Accelerare la startup con il growth hacking, i consigli di Alessia Camera

Accelerare la startup con il growth hacking, i consigli di Alessia Camera

Incuriositi dall’espressione growth hacking, ormai sempre più presente sia sui social che tra startup e innovatori, abbiamo chiesto alla nostra “top mentor” Alessia Camera di spiegarci cos’è e perché questa disciplina è diventata un must per chi fa startup. Ne è venuta fuori un’intervista interessantissima, che ci fa comprendere in concreto l’utilità di questo nuovo modo di approcciare il marketing.

1) Alessia che cos’è il growth hacking e perché se ne sente parlare sempre più negli ultimi anni negli ambiti innovativi (startup e non)?

Il Growth Hacking è una metodologia, un approccio di marketing che si basa sul definire degli obiettivi e sperimentare delle attività in diversi canali digitali utilizzando un approccio numerico per definire se quegli obiettivi sono stati raggiunti. Si mette da parte quello che è il “branding” per ragionare in ottica performance, utilizzando un metodo sperimentale che spinge a pensare che solo i dati possano indicare la via corretta.

Il Growth Hacking mette in discussione tutto ciò che si è pensato del marketing digitale fino a oggi, costringendoci a pensare al mercato in combinazione con dati e prodotto. Si parte da un’ipotesi che viene continuamente ottimizzata in ottica di esperienza digitale e di marketing, con un mercato di riferimento molto specifico e che diventa l’input di un processo di ottimizzazione continua.

L’obiettivo non è più fare in modo che tutti conoscano il brand o scaricare l’app, ma trovare la nicchia che possa essere più coinvolta in merito al bisogno da soddisfare (in caso di una startup) e più in generale rispetto al brand e al prodotto.

Oggi il digitale ci fornisce un’opportunità pazzesca, perché possiamo misurare quasi tutto, dalle performance ai processi aziendali, dalla nostra attività a quella dei nostri clienti online e credo fortemente che pensare al marketing digitale in ottica di dati e di processo sperimentale possa essere un’arma importante non solo per le startup, ma per chiunque approcci il marketing digitale senza grandi budget e in ottica di innovazione e crescita continua.

La prima conferenza dove ho sentito parlare di Growth Hacking è stata a Londra nel 2014, dove si raccontava che cosa fosse e cosa significasse grazie ad alcune esperienze oltreoceano. Da allora non ha mai smesso di essere la materia “sexy” del momento, prima in UK e poi anche in Italia.

_______________________________________________________________________________________

Valida il tuo business model e incontra gli investitori in soli 4 mesi!

_______________________________________________________________________________________

2) Ti faccio una domanda provocatoria: il growth hacking serve davvero ad una startup?

Il growth hacking nasce nel mondo delle startup perché, a differenza delle corporate non ci sono grandi budget ed è necessario muoversi in velocità.

Non ci sono inoltre certezze o dati storici che dimostrano una linea guida da poter percorrere sul mercato e sui processi, ecco perché adottare una strategia di growth hacking permette di andare veloci e di inseguire diverse strade e obiettivi finché non si valida la propria idea attraverso la combinazione tra dati, metriche, prodotto e mercato.

Quindi, direi che non solo serve davvero, ma è essenziale per rimanere competitivi e non fallire, evitando di investire grandi budget che possono portare al fallimento o al disallineamento con gli obiettivi di business per testare, validare e continuare a ricercare il proprio mercato di riferimento usando metriche e dati che porteranno poi all’adozione del giusto modello di business.

Nel mio primo libro Startup Marketing, racconto proprio che il growth hacking nasce dalle startup che avevano bisogno di avviare un processo di test, di validazione e di sperimentazione delle proprie idee su mercato e prodotto, muovendosi in fretta senza dover investire grossi budget ma adattandoli di volta in volta sulla base delle metriche da validare.

_______________________________________________________________________________________

La Startup University valorizza il tuo talento. Proponi la tua idea!

_______________________________________________________________________________________

3) La maggior parte dei tema della Startup University sono in una fase seed o pre-seed, in cui stanno iniziando a validare il loro business model. In queste fasi quali strumenti fanno più al loro caso, consentendogli di ottimizzare il lavoro?

Nella fase di validazione è essenziale adottare un approccio e un processo di Growth Hacking per raccogliere i dati e i feedback dei potenziali utenti, cercando di validare la propria idea di mercato e il prototipo se esistente, piuttosto che l’idea.

Solo raccogliendo i dati del proprio target e validando le prime metriche, una startup early stage è in grado di proseguire il percorso per capire come sviluppare un prototipo e continuare con i test per crescere in fretta ampliando il prodotto e il mercato.

A seconda del progetto sarà necessaria una landing page (oppure un prototipo più strutturato) e l’avvio di una beta per essere sicuri di trovare un target di mercato che non solo sia interessato al progetto, ma che sia coinvolto al punto di utilizzare un’app o una piattaforma e pagare un servizio per risolvere un problema.

Credo che la validazione dell’idea e del prodotto in ottica product/market fit sia la parte fondamentale per qualsiasi founder o startup che si trovano in una situazione di seed o pre-seed, e dato che non ci sono molte risorse o budget a disposizione c’è solo una via percorribile: adottare un processo di growth hacking!

=============================================

Ringraziamo Alessia per le preziose indicazioni che ci ha fornito in quest’intervista. Non vediamo l’ora di incontrarla nel modulo dedicato al Growth Hacking della Startup University 2020.

Non perdere l’opportunità di incontrare i “top mentor” della Startup University e far crescere velocemente la tua startup. Candidati subito!

>> Compila il Form <<

Condividi questo post


TRASFORMA LA TUA IDEA IN STARTUP DI SUCCESSO

Inserisci l'Email e Scopri come Validare la tua Idea in 4 Mesi ottenendo Investimenti!
Email address
Cliccando su "Invia" si acconsente il trattamento dei dati personali per le finalità della Startup University